pulizia-della-lingua

Alitosi, un nemico che si può vincere con la pulizia della lingua

  • 0/5
  • 0 ratings
0 ratingsX
Very bad! Bad Hmmm Oke Good!
0% 0% 0% 0% 0%

Soffri di alitosi e non sai come fare per non sentirti costantemente in imbarazzo vicino agli altri? Non scoraggiarti, fortunatamente i rimedi ci sono. Come prima cosa rivolgiti al tuo dentista per accertarti che non siano presenti problemi a denti e gengive e, in caso affermativo, segui le cure che ti vengono suggerite dallo specialista.

Se hai la fortuna di avere una bocca sana meglio ancora. Non dovrai far altro che approfondire la tua igiene dentale quotidiana evitando di riservarla solo ai denti ma estendendola anche alla lingua. Proprio questo muscolo, così spesso trascurato nelle operazioni di pulizia, è quasi sempre responsabile dell’alito cattivo.

 

 

Attenti ai batteri

Perché è così fondamentale portare a termine una corretta pulizia della lingua? Come avrai avuto modo di vedere la lingua è sempre ricoperta, su tutta la sua superficie, da un leggero strato di muco. Questa patina molto sottile è però il terreno ideale per far sviluppare una vigorosa carica batterica. Questa, per poter sopravvivere, deve generare dei composti volatili solfati e proprio a questi gas va attribuita la responsabilità dell’alitosi.

Rimuovere la patina è quindi la prima cosa da fare per combattere il nemico. Purtroppo, i batteri sono però presenti su tutta la lingua e, in particolare, nella zona più difficilmente raggiungibile: quella in prossimità della gola. Certo, per assicurarsi una efficace pulizia della lingua occorre armarsi di pazienza e sopportare qualche conato involontario causato dal passaggio dello spazzolino nell’area linguale posteriore, ma l’operazione paga.

Pulendo solo denti e gengive, infatti, puoi rimuovere soltanto uno scarso 25% di gas solforati. Il restante 75% rimane sulla lingua e si accompagna all’alito cattivo.

 

 

Come pulire la lingua

Siamo arrivati al dunque. Affidati al tuo spazzolino e con delicatezza, per evitare di provocarti abrasioni, passalo su tutta la superficie della lingua. Per una pulizia ancora più accurata puoi utilizzare l’apposito nettalingua o dotarti di uno spazzolino munito sul dorso di un piccolo raschietto. In aggiunta a questa pratica ricorda che una seduta di igiene dentale professionale due volte all’anno protegge dall’alito cattivo e da patologie orali.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, acconsenti all’uso dei cookie . Il non consenso porta al non corretto funzionamento di questo sito web. Cookie Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi